Abitare alla Reggia di Caserta un privilegio per pochi

Condividilo con i tuoi amici

Con i suoi circa 47.000 metri quadri e le 1200 stanze, nel corso della sua lunga storia la Reggia di Caserta ha avuto molti ospiti che vi hanno abitato per brevi o lunghi periodi. Primi fra tutti la casata reale dei Borbone ha abitato per circa un secolo questo capolavoro dell’architettura italiana. Dopo l’unità d’Italia la reggia non è più stata abitata in modo continuativo. Ci sono però delle eccezioni

Chi ha abitato la Reggia dopo l’unità d’Italia?

Già durante il periodo fascista la Reggia di Casera ha ospitato gli allievi ufficiali dell’accademia della Regia Aeronautica, segnaliamo a testimone di questo la pellicola i 3 Aquilotti del 1942, per la regia di Mario Mattoli, in cui un giovanissimo Alberto Sordi recitava la parte di un ufficiale novizio.

Noi di Archi-Blog abbiamo intervistato l’ingegner Aldo Celestino che circa cinquanta anni fa ha soggiornato alla Reggia di Caserta come ufficiale dell’aeronautica. Abbiamo chiesto al signor Celestino come era abitare alla Reggia di Caserta, come erano i suoi alloggi e alcune riflessioni su come ha influito sulla sua vita culturale questa esperienza.

Vi invitiamo a vedere l’intervista completa nel video qui sotto.

 

 

È stato molto interessante scoprire le attività che venivano svolte dai militari in quegli anni e che il soggiorno in questo luogo era molto piacevole. Le camere erano molto grandi addirittura il salone di cui potevano disporre era così ampio che qualcuno avrebbe potuto tranquillamente giocarci a tennis. I vani delle finestre erano così ampi da essere usati come sale da pranzo in cui potevano mangiare sei persone. Le lunghe passeggiate nei giardini erano momenti di svago che permettevano ai militari e alle loro famiglie di rilassarsi e immergersi nella bellezza architettonica.

È stato interessante anche riflettere con il signor Celestino su come era lo stato conservativo della Reggia di Casera all’epoca per un confronto alle condizioni attuali. In particolare su come il giardino è cambiato essendo un vero e proprio organismo che risente maggiormente, rispetto ad altro, il passare del tempo.

Chi abita la reggia oggi?

La scuola di aeronautica ora ha meno attività alla reggia e i militari assegnati sono pochi e sembra essere in programma la completa dismissione degli alloggi. Nel 2009, la Scuola Specialisti ha completato la fase di riorganizzazione logistica ed infrastrutturale che ha visto, con la consegna del nuovo Centro Polifunzionale, la definitiva creazione di una nuova area didattica d’avanguardia, sulla stregua delle più moderne strutture universitarie.

Ma c’è qualcun altro che abita la Reggia purtroppo in modo non del tutto chiaro e corretto. Ex dipendenti a canone agevolato abitano in alcuni appartamenti dislocati nella proprietà di questo patrimonio dell’UNESCO. Pagando un fitto irrisorio che non supera i 250,00 € al mese e nonostante il loro rapporto lavorativo sia terminato da anni con la sovrintendenza ad oggi sono inquilini regolari. Seppur abbiano ricevuto diverse richieste di sfratto ad oggi non si ha notizia di azioni coatte per adempiere queste richieste.

RINGRAZIAMENTI

La redazione di Archi-Blog ringrazia sentitamente l’ingegner Aldo Celestino che si è gentilmente concesso per questa intervista.

NOTE
http://www.aeronautica.difesa.it/organizzazione/AccademiaScuoleIstitutiFormazione/Pagine/Scuola_Specialisti_AM.aspx

Pellicola i 3 Aquilotti del 1942, per la regia di Mario Mattoli

LA 7 – La Gabbia – Come vivere in una Reggia a spese dello stato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SIAMO

Archi-blog è uno spazio nato per condividere con appassionati e non, conoscenze, curiosità e riflessioni sui molteplici volti dell’architettura.

SOCIAL

archi blog su instagram

CONTACT US​

Viale Umberto I, 13 Formello, Roma 00123

+39 342 036 4081 | [email protected]

Privacy Policy Torna su